Le strisce LED 220V sono affidabili anche se molte persone hanno timore perché il termine 220V indica l’alta tensione, che incute paura.

È bene ricordare che la maggior parte degli elettrodomestici della casa sono in 220V, quindi, come tutte le attività potenzialmente pericolose, se si utilizzano strisce led 220V a norma di legge, l’installazione viene eseguita da un professionista e le strip vengono utilizzate in modo corretto non ci saranno problemi.

Oltre alle regole generali di buon utilizzo dei prodotti, si ricorda anche che le strisce led 220V sono affidabili perché dotate di cappucci di protezione per inizio e fine strisce.

Il collegamento delle strisce LED 220V all’impianto elettrico di casa deve essere eseguito da un elettricista esperto, che saprà inserire il cappuccio di protezione o il connettore rapido a inizio striscia e il cappuccio di chiusura a fine strisce.

Le strisce LED 220V sono la soluzione più gettonata quando non c’è spazio per posizionare l’alimentatore, non si vogliono fare lavori invasivi o la ristrutturazione in atto non prevede gli incassi per le scatole di derivazione.

Infatti, le strisce LED 220V sono senza alimentatore perché vengono connesse direttamente alla rete elettrica di casa.

Come per ogni striscia led, anche le strip in 220V ci sono diversi modelli, qui due di esempio:

Striscia LED COB 220V, le sue caratteristiche:

  1. ha una linea di luce continua,
  2. è divisibile ogni 12,5 cm,
  3. è in un tubo siliconico,
  4. sviluppa 1920 lm/mt, grazie ai 120 led/mt.

Striscia LED 220V Philips, le sue caratteristiche:

  1. ha biadesivo sul retro,
  2. è divisibile ogni 10 cm,
  3. è in un estruso siliconico,
  4. sviluppa 1650 lm/mt.

Non c’è una striscia LED 220V migliore dell’altra perché la scelta è in base all’installazione e alle condizioni di montaggio.

Quali sono i pro e contro delle strisce LED 220V?

Basandosi su quanto detto, PRO: non è necessario l’alimentatore, si collegano direttamente alla rete di casa, sono adatte a lunghi perimetri, si possono dimmerare e tagliare; CONTRO – è altamente consigliato un elettricista per il montaggio e non sono adatte per piccoli lavori.

A questo punto sorge un’altra domanda: Quale Striscia LED dura di più?

La durata delle strisce led è legata alla buona installazione e non c’è una differenza tecnica di durata tra 12/24/220v.

Le buone norme di installazione prevedono:

  • profilo in alluminio per la dissipazione del calore (necessario per ogni installazione);
  • alimentazione ogni 5mt e inizio e fine per le strisce LED 12V e 24V;
  • dimmerazione possibile ma attenzione a usare dimmer di buona qualità.
  • per ogni progetto vi è la striscia adatta, ad esempio per sottopensile di 2mt va bene la striscia da 12v; se illuminazione di contorno, soffusa, allora 24v per lunghezze fino a 20mt., se non c’è possibilità di inserire alimentatori e si vuole illuminare casa, allora 220v.

Per riassumere: le strisce LED 220V sono affidabili, possono essere utilizzate per illuminare casa, è altamente consigliato che vengano installate da un elettricista, spesso sono la soluzione alla mancanza di spazio ma non sono adatte a tutti i progetti.

Commenti (0)

Nessun commento al momento

Iscriviti alla nostra newsletter

Per essere tra i primi a conoscere le nostre offerte migliori e promozioni esclusive.

seguici sui nostri canali

Facebook
Instagram
Youtube
Pinterest
Houzz